Parigi val bene un week end… gluten free!


torre_eiffel

Il ponte dei Santi è un’occasione perfetta per una “fuga” romantica nella capitale francese ma anche per una full immersion nella cultura e nel divertimento. Monumenti straordinari, shopping e ottima cucina (adatta anche alle esigenze gluten free) non mancheranno di stupirvi e incantarvi

La ville Lumière è perfetta per una “fuga” di qualche giorno lontano dalla routine. Il ponte dei Santi anche quest’anno offre un’occasione in più per organizzare una viaggetto spezza-autunno e quindi, se anche voi siete alla ricerca di una meta appetitosa, prendete in considerazione questa splendida città: non ve ne pentirete, anche perché non vi sarà difficile trovare qualche indirizzo gluten free adatto alle vostre esigenze.

 

Mangiare senza glutine: c’est facile!

Parigi è sempre Parigi… niente di più vero! La capitale francese non per nulla è una delle mete favorite da milioni di turisti di tutto il mondo. La città merita senz’altro molto tempo per essere scoperta in tutte le sue mille sfaccettature ma, anche se si può contare soltanto solo su qualche giorno, non vi negherà il suo fascino e saprà conquistarvi nel profondo. Dal punto di vista alimentare poi Parigi è veramente a misura di ogni esigenza e anche chi segue una dieta senza glutine non avrà problemi: se infatti vi siete organizzati affittando di un appartamento troverete numerosi negozi (boulangerie e patisserie in particolare) che espongono prodotti con la spiga sbarrata (anche qui il simbolo di prodotti alimentari certificati senza glutine). In ogni caso, attenzione ad evitare i prodotti alimentari nei quali sono segnalati questi ingredienti: froment o blé (frumento), seigle (segale), orge (orzo), avoine (avena).

Se invece opterete per qualche pranzo o cena in ristorante, la ricerca di locali senza glutine non vi causerà troppo stress: in zona turistica e centrale infatti ce ne sono parecchi (eccovi qualche indirizzo qui e qui), mentre qui potrete trovare una frase che, una volta stampata su un comune foglio di carta, potrete mostrare a camerieri o al personale di sala: in questo modo sapranno con esattezza cosa vi è permesso o meno mangiare.

Buona regola comunque rimane quella di portare sempre con sé in valigia qualche snack (ne trovate alcuni di salati qui e di dolci qui) utili per spezzare un languorino improvviso o per darvi un po’ di energia.

Le cose da vedere: i monumenti da non perdere

Se il vostro viaggio a Parigi durerà pochi giorni non fatevi prendere dall’ansia di voler vedere tutto: le meraviglie di questa splendida città sono troppe per essere scoperte in pochi giorni, ma un’idea di massima ve la potrete fare anche in poco tempo. Se non siete mai stati prima nella capitale francese iniziate dalle grandi meraviglie come la Tour Eiffel, il simbolo indiscusso di Parigi, Place de la Concorde con l’Arco di Trionfo, il Louvre (almeno visto da fuori, l’interno è piuttosto impegnativo in termini di tempo), Notre Dame, Montmartre con i suoi artisti e la sua atmosfera bohemienne: sono davvero i punti nevralgici della città e, anche se non avrete il tempo di visitarli attentamente, trasformeranno il vostro viaggio in qualcosa di indimenticabile.

Lo shopping: obbligatorio!

Un’altra cosa da fare assolutamente a Parigi è lo shopping: i negozi di ogni genere sono davvero infiniti e troverete di sicuro quello che fa per voi e per le vostre… tasche! Chi vuole sbirciare fra le vetrine dei negozi di lusso non potrà non fare una bella passeggiata lungo Le Champs Elyseés. Lungo la Senna troverete anche tanti negozietti e bancarelle interessanti con oggetti di antiquariato e modernariato. Nel mezzo non privatevi del piacere di bere un caffè in una delle tante tipiche brasserie o nei bar del quartiere latino: sono le piccole cose che trasformeranno il vostro viaggio in un autentico capolavoro.

(Visited 270 times, 1 visits today)

Ti potrebbero interessare anche...

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono marcati da *

Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>