Come comportarsi a tavola quando ci sono persone con intolleranze alimentari


Intolleranze alimentari a tavola

Rubrica senza glutine a cura della nostra Fornostar

Stefania Olivieri del blog Cardamomo&Co

 

Capita sempre più spesso di invitare a pranzo o cena persone con intolleranze alimentari, ed è dunque facile che allo stesso tavolo siedano persone celiache, intolleranti al latte, alle uova, ai funghi, e chi più ne ha più ne metta.

 

Cosa fare quando si hanno uno o più ospiti con intolleranze alimentari?

 

La cosa migliore è preparare del cibo che sia adatto tutti, ed è anche molto più semplice per la padrona di casa decidere un menù che possa andar bene a ogni invitato.

 

Un segreto quindi, per invitare un celiaco a cena, è prevedere un menù totalmente privo di glutine. Un segreto di pulcinella, se vogliamo, ma è la cosa più semplice e la migliore di tutte.

 

Se volete tradurre piatti con il glutine in “senza glutine” (cosa non semplice perfino per alcuni celiaci, figuriamoci per chi non è abituato a cucinare con le nostre farine) seguite passo-passo le ricette che trovate sui siti specifici e sui libri dedicati, ma non improvvisate mai!

 

E allora, ecco alcuni semplici suggerimenti.

 

Antipasti

Se volete offrire bignè ripieni, tartine, verdura in pastella, fatelo pure, ma decidete altrettanto di non far mangiare i vostri amici celiaci. Se invece decidete di farli mangiare basteranno anche delle crudités e il gioco sarà fatto (ne gioverà anche la linea!). Via libera anche a una serie di mousse in bicchierini, oppure formaggi e salumi (garantiti) e tutti potranno mangiare l’antipasto completo.

 

Primi

Optate per riso o polenta, ma anche quinoa, grano saraceno, miglio decorticato e amaranto andranno bene! Non stressatevi facendo la pasta con una pentola a parte per il vostro amico celiaco, vi potreste confondere e potreste contaminare facilmente il cibo senza glutine provocando guai al vostro ospite.

 

Secondi

Sui secondi c’è una scelta infinita. Il celiaco può mangiarli tutti… ovviamente scegliete delle preparazioni che non contengano addensamenti con farina glutinata (usate la fecola caso mai), panature e fasciature in pasta sfoglia e simili. Sicuramente il filetto alle Wellington che fate voi è il migliore sulla piazza, ma se avete un celiaco a cena non potete optare per un altro secondo? Anche perché veder gli altri ospiti mangiare il filetto alla Wellington mentre il povero ospite celiaco mangia la fettina di carne arrosto, vi assicuro che non è il massimo delle aspirazioni… a casa mangiamo anche noi celiaci e non andiamo alle feste per essere nutriti!

 

Contorni

Anche qui vale la regola dei secondi e possiamo mangiare anche le patate… magari non annaffiatele con ettolitri di besciamella se avete ospiti intolleranti al lattosio (soprattutto non quella pronta, e se la fate voi, usate la farina senza glutine al posto della farina 00).

 

Dolci

Qui son le note dolenti, perché si pensa che tutti i dolci contengano farina. Sbagliato! Le mousse e le gelatine (almeno che non sia presente uno strato di pandispagna) non contengono, naturalmente, glutine. In ogni caso ci sono anche torte senza farina come la caprese, e vi assicuro che nessuno se ne lamenterà.

In ogni caso nessun celiaco si offenderà se non potrà assaggiare proprio tutto, ma ci resterà malissimo se non potrà assaggiare niente e peggio se gli direte di portarsi dietro, da casa, qualcosa…

 

Queste semplici regole valgono per qualsiasi intolleranza, perché se invitiamo degli amici a casa, vogliamo che stiano bene, e, sebbene non vengano solo per mangiare, non vengono nemmeno per digiunare.

 

(Visited 529 times, 1 visits today)

Ti potrebbero interessare anche...

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono marcati da *

Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>